LA MIA VITA, CHE STORIA! Una comunità di scrittori e scrittrici autobiografi.


I.Blank , 2017
“La finestra è aperta sull’orto, la lampada fa chiaro da sinistra, come consigliano gli oculisti. E sul foglio immacolato la penna va su e giù facile, senza rimorsi; il polso che la incalza, la mente che la governa, paiono alacri, ben disposti. Quand’ecco nel silenzio della mezzanotte una domanda rintocca di colpo nelle orecchie, un’interrogazione povera e febbrile: Perché?”  (G.Bufalino)

Scrivere la propria vita è un’impresa visionaria. Abbiamo con i ricordi e con il racconto di chi nel tempo siamo divenuti, un rapporto di inevitabile arbitrio: nello scegliere cosa rievocare, quali eventi ripercorrere, da quali trame esistenziali farci condurre, quali riscoprire, nella forma da dare alla stesura, a quali destinatari rivolgerci. Per questo, come ricorda Gesauldo Bufalino, uno scrittore non è mai innocente. Scrivere la propria vita non è dunque  mera cronaca, ma avventura narrativa e sensoriale  tramite la quale  riprendere contatto con gli eventi apicali, con i luoghi che abbiamo abitato, con gli incontri che ci hanno cambiato, con gli scenari epocali di cui siamo stati testimoni, riattribuendovi nuovi significati e senso. Scrivere di sé coinvolge mente e corpo in uno stretto dialogo di ri-animazione estetica, autentico antidoto all’anestesia delle convenzioni sociali che assume una particolare implicazione resiliente all’epoca della pandemia. Partecipare ad una comunità di scrittori e scrittrici autobiografi  diviene dunque momento autoformativo e trasformativo, educazione alla relazione interpersonale e all’interiorità, azione di cura.

I.Blank ‘Gehen second life’ 2018

‘COME MENTI CHE SI ACCAREZZANO’: UNA COMUNITA’ CHE SOSTIENE E SI PRENDE CURA

L’obiettivo del percorso è la scrittura della propria autobiografia. Ci ritroveremo periodicamente secondo un calendario annuale, in un clima di comune ricerca, sperimentazione e apprendimento, in quanto membri di una comunità di autobiografi per sostenerci e stimolarci vicendevolmente durante la scrittura. Condivideremo frammenti tratti nostre autonarrazioni, rifletteremo sull’esperienza, sulle emozioni  e sui significati della scrittura autobiografica. Alternemo  pratiche filosofiche e pensiero riflessivo, impiego di linguaggi simbolici e poetici, attivazioni corposemantiche legati all’esperienza della scrittura della nostra vita.  

INFORMAZIONI LOGISTICHE E ORGANIZZATIVE

Il laboratorio è rivolto a persone che hanno già frequentato almeno un atelier di scrittura autobiografica o hanno una minima dimestichezza con la scrittura di sé.  Gli incontri della comunità si svolgeranno on line ma auspicabilmente e dipendentemente dalle evoluzioni della pandemia, anche in presenza.  

Sono previsti un minimo 8 partecipanti e un massimo di 20.

COSTI E ISCRIZIONI

170 euro a persona, inviare una mail di adesione e motivazione a pasini.beppe@gmail.com entro 31 marzo 2021

CALENDARIO:  

2.4 – 7.5 – 4.6 – 9.7 – 3.9 – 1-10 –  5.11 – 3.12 2021 dalle h 17 alle 21, su piattaforma Teams

ANIMA GLI INCONTRI:

Beppe Pasini, psicoterapeuta, pedagogista, docente Università Statale di Brescia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.